Giochi PS4: ecco i vostri acquisti del Natale 2014!

Il Natale 2014 si sta avvicinando a grandi passi. Quale migliore occasione di trascorrere le festività nel relax domestico, alle prese con i nuovi giochi PS4 in corso di pubblicazione? Cerchiamo di vedere quali sono i titoli che non dovete assolutamente perdere, e in che modo potervi assicurare il massimo divertimento!

THE EVIL WITHIN (14 ottobre)
Il primo titolo largamente atteso è The Evil Within, horror prodotto dalla Bethesda (più che un nome, una garanzia), che promette di mantenervi incollati allo schermo, e di farvi trascorrere delle ore con i brividi! Il titolo potrebbe essere non solamente un gioco di straordinario interesse per gli amanti del genere horror, quanto anche una tappa di avvicinamento per chi non ha mai avuto l’ebbrezza di confrontarsi con un simile genere, e che vuole cercare di entrare in questo mondo terrificante in grande stile!

NBA LIVE 15 (28 ottobre)
Archiviate le paure di The Evil Within, potete scendere sul parquet con NBA Live 15, nuovo tentativo di riportare in auge un brand che negli ultimi anni aveva fatto storcere un po’ il naso agli appassionati. Il titolo di EA Sports corre il rischio di essere surclassato da NBA 2K15, ma potrebbe altresì contare sullo zoccolo duro di appassionati in grado di garantire il giusto successo alle avventure dei cestisti più assidui.

LORDS OF THE FALLEN (31 ottobre)
Il mese di ottobre chiude con il botto grazie a Lords of the Fallen, un gioco di ruolo / action (a voi la definizione perfetta, a seconda che siate o meno dei puristi dei generi), che potrebbe realizzare la soddisfazione di molti videogiocatori grazie a un gameplay davvero solido e ad ambientazioni che possono richiamare la tradizione del mondo fantasy medievale, all’innovazione di genere.

CALL OF DUTY (4 novembre)
Il 4 novembre prende vita la nuova puntata della saga Call of Duty. Advanced Warfare promette grandi cose, tra cui un multiplayer fortemente rivisto, e nuove modalità. Siamo certi che possa accontentare ampiamente gli amanti della serie!

ASSASSIN’S CREED UNITY (13 novembre)
Anche il 13 novembre segna il ritorno di un must have, Assassin’s Creed. Assassin’s Creed Unity potrà calarvi nella Parigi di fine XVIII secolo, nella sua fase più vivace e turbolenta. Faremo così la conoscenza con un nuovo protagonista (Arno), nuove ambientazioni e il solito, intramontabile fascino di una serie sempre più longeva.

FAR CRY 4 (18 novembre)
Nel ricco mese di novembre occhi aperti su Ubisoft, che rilascia il nuovo episodio della serie Far Cry. Far Cry 4 cambia nuovamente ambientazione e trama, ma mantiene il solito gameplay molto divertente, e l’insana voglia di cacciarsi a tutti i costi nei guai più pericolosi.

GTA V (18 novembre)
Nella stessa giornata di pubblicazione di Far Cry, Rockstar rompe gli indugi e pubblica GTA V per le console di nuova generazione. Si tratta dell’ultimo capitolo di una serie che non necessita di presentazioni, e che potrà certamente rappresentare un best seller dell’autunno / inverno 2014 – 2015.

DRAGON AGE INQUISITION (21 novembre)
Bisognerà aspettare il 21 novembre per poter entrare in possesso di Dragon Age: Inquisition, uno dei GDR di maggiore successo negli ultimi anni. Sviluppato da BioWare, Dragon Age: Inquisition dovrebbe aver realizzato un importante passo in avanti nel settore, arricchendo le dinamiche già collaudate con alcune chicche davvero imperdibili.

Questi (e tanti altri) sembrano essere i giochi PS4 più attesi dei prossimi mesi. Dal canto nostro, riteniamo di poter andare sul sicuro consigliando agli amanti dei gdr Dragon Age: Inquisition (che sarà disponibile in diverse versioni di vendita da Gamestop, una delle quali pressochè imperdibile per gli appassionati più incalliti) e Lords of the Fallen. Attenzione anche a The Evil Within, un gioco horror che potrebbe colmare il gap di giochi di qualità nel settore, venutosi a creare negli ultimi tempi.

Tra i best seller di fine anno, spiccherà certamente anche GTA V, con il quale la Rockstar invaderà in grande stile le console next-gen. Da verificare la tenuta di Assassin’s Creed Unity, prossimo episodio di una saga che potrebbe iniziare a stancare, mentre potrebbe rappresentare la giusta sorpresa il già ricordato Lords of the Fallen. Voi che ne pensate? C’è qualche titolo cui ambite particolarmente?

via: www.gameforce.it

Elezioni anticipate giapponesi, fissata la data

Shinzo Abe

Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha scelto di sciogliere anticipatamente la Camera per indire nuove elezioni che possano dare vita a una maggioranza rinnovata e più ampia, in grado di sostenere una nuova ragione di riforme: un passo indietro per compierne due in avanti, e proseguire dunque gli effetti di quella che è stata globalmente ridefinita “Abenomics”.

Le nuove elezioni si terranno il 14 dicembre, esattamente a metà del suo mandato (Abe è incarica da due anni, e sarebbe stato in carica per altri due). Il premier dovrebbe poter conseguire una nuova forza di governo, supportando in tal modo la scelta di rinviare al 2017 l’opzione di aumento dell’imposta sul valore aggiunto.

Gastrite nervosa: cause e sintomi

Gastrite

La gastrite nervosa è un’infiammazione della mucosa dello stomaco dovuta allo stress. Colpisce milioni di persone e ciò accade perchè si vive in un’epoca dove lo stress è ormai all’ordine del giorno.

Si distinguono due tipi di gastrite: la gastrite comune e la gastrite nervosa. La gastrite comune può dipendere da fattori interni o esterni, mentre quella nervosa dipende da fattori esterni i cui sintomi sono come quelli della gastrite normale.

I sintomi possono essere svariati:

  • nausea

  • eruttazioni frequenti

  • diarrea

  • gonfiore addominale

  • vomito

  • pirosi epigastrica

  • alitosi

Cosa si può fare per combattere la gastrite nervosa?

Nelle fasi acute è possibile assumere qualche antiacido che è possibile reperire nelle farmacie a costi davvero irrisori. Ma se si vuole risolvere il problema definitivamente la prima cosa che bisogna fare è quella di cercare di condurre una vita prettamente serena e di lasciarsi scivolare i problemi, ma si sa, non è per niente facile.

Oltre a questa piccola accortezza, una buona soluzione per combattere la gastrite nervosa è l’alimentazione.

A tale riguardo è di vitale importanza eliminare dal proprio regime alimentare tutti quegli alimenti che inducono la produzione di succhi gastrici.

Tra questi spiccano i cibi speziati, salati, troppo frizzanti o acidi, ivi inclusi i pomodori, la menta e le fragole.

Attenzione anche alle fritture, alle grigliate e agli arrosti troppo succulenti.

E’ da evitare il cioccolato e le bevande alcoliche, e tutti i cibi conservati sotto aceto, sotto sale o affumicati.

Se permane l’infiammazione delle mucose gastriche è necessario mangiare cibi prettamente leggeri come ad esempio, i latticini, i formaggi freschi, la carne o il pesce cucinati in maniera leggera e poco succulenta, le patate, le carote, la verdura, la frutta non acida come le mele, le pere, le banane, le pesche.

I pasti vanno consumati con molta calma e soprattutto vanno masticati lentamente.

Shopping, la vita più cara è ancora la 5th avenue

5th avenue

Secondo quanto afferma il report “Main streets across the world“, è nuovamente la Fifth Avenue di New York la via dello shopping più costosa al mondo. Dopo aver subito il sorpasso biennale in favore della Causeway di Hong Kong, gli affitti della “mitica” strada di New York riconquista il gradino più elevato del podio con un record di 29.822 euro per metro quadro (+ 13,3% rispetto all’anno scorso).

Di contro, la Causeway Bay di Hong Kong scivola in seconda posizione a quota 23.307 euro per metro quadro. L’unica via dello shopping italiana nella top ten è Via Montenapoleone, a Milano, con un affitto di 8.500 euro per metro quadro (all’anno).

Al terzo posto della classifica, invece, Avenue des Champs Elysees, a Parigi, con 13.255 euro.

Piano nazionale contro il dissesto idrogeologico, pronto un miliardo di euro

dissesto idrogeologico

Il governo ha previsto una spesa di 9 miliardi di euro in 7 anni per realizzare un imponente piano nazionale contro il dissesto idrogeologico, insieme di fenomeni che – stando alle stime di Palazzo Chigi – costano allo Stato italiano ben 2,5 miliardi di euro ogni anno.

Il piano nazionale riguarderà il 2013 – 2020, e coinvolgerà inizialmente le città metropolitane. Una scelta condivisa da tutti i partecipanti alla riunione, considerato che proprio nei territori delle aree metropolitane vigono i principali rischi relativi all’urbanizzazione e al consumo del suolo, e valutato altresì che in tali macrozone abita il 40% della popolazione italiana.

Allume di rocca: le controindicazioni

allume-di-potassio

L’allume di rocca, conosciuto anche come allume di potassio, è un rimedio naturale dalle molte proprietà benefiche. Un sale minerale composto da potassio e alluminio utilizzato a livello estetico per le sue proprietà antibatteriche e per la capacità di neutralizzare i cattivi odori.

L’allume di rocca è apprezzato anche perché sembra riuscire a rallentare il flusso sanguigno. Pensate che aiuta a frenare la fuoriuscita di sangue dal naso ed è apprezzato anche come rimedio naturale contro il sanguinamento gengivale e le emorroidi.

Tuttavia l’allume di rocca presenta delle controindicazioni. Non sono poche le critiche lanciate contro questo prodotto naturale per il suo potenziale effetto cancerogeno nei confronti del corpo.

A favore del sale minerale ricordiamo comunque che gli esperti sono in forte disaccordo su questo punto e per il momento non vi sono prove scientifiche che dimostrino il reale danno alle cellule dell’organismo.

Per il momento non si sono presentati neanche effetti collaterali dal punto di vista dermatologico. E’ bene però prendere qualche precauzione. Visto che ha il potere di bloccare la sudorazione non dovrebbe essere utilizzato troppo a lungo. La pelle ha bisogno di buttar fuori i liquidi attraverso il sudore e non dobbiamo bloccare questo naturale meccanismo di difesa.

L’allume di rocca non deve essere usato troppo a lungo neanche da coloro che sono sotto medicinali da molto tempo. Dovrebbero invece evitarne l’uso coloro che soffrono di pressione alta. Qualora venissero ingerite per sbaglio piccole particelle di questa sostanza causerebbero nell’organismo problemi come crampi addominali, diarrea e vomito.

Missione Rosetta, primi segnali dallo spazio

Il lander Philae ha compiuto la missione Rosetta: atterrato sulla lontanissima cometa 67/P Churyumov – Gearsimenko, ha permesso agli scienziati terrestri di comprendere di essere atterrato (o “accometato”) su uno strato di ghiaccio durissimo, che il trapano SD2 (italiano) è riuscito a penetrare per 25 centimetri, riportando alcuni campioni agli strumenti di analisi presenti nel cuore del lander.

Sebbene gli studi siano ancora ben lungi dall’esaurirsi (nonostante la morte certificata del lander) qualcosa è già stato reso noto: Philae ha infatti individuato alcune tracce di molecole che contengono carbonio, e che si apprestano a rivoluzionare la nostra consapevolezza delle comete.

Consumi di gas ai minimi da 16 anni

Consumi di gas

Nonostante il grande freddo riscontrato negli ultimi giorni, i consumi di gas all’interno della Penisola non sembrano voler aumentare. Colpa – se così si può dire – della grave crisi che sta affliggendo da anni l’Italia, e che è andata a incidere negativamente anche sul fronte dei consumi energetici.

Stando a quanto afferma il servizio mensile su domanda e offerta di gas offerto da Staffetta Quotidiana, infatti, nel corso del 2014 in Italia si sono consumati solamente 61,4 miliardi di metri cubi di gas, con un differenziale di oltre 8 miliardi di metri cubi in meno rispetto allo scorso anno, e un miliardo di metri cubi in meno rispetto al 1998. Rispetto a 10 anni fa, quando la crisi economico – finanziaria a cavallo tra i due decenni sembrava lontanissima, il calo è addirittura pari a 19 miliardi di metri cubi, il 23,8% in meno.

In particolare, il calo sul 2013 è stato pari all’11,6%, in peggioramento rispetto al calo su base annua riscontrato nel corso del biennio 2012/2013, pari al 6,4%. La flessione cumulata tra il 2012 e il 2014 sale così al 17,3%.

Al di là delle proporzioni, si tratta di un passo indietro gravissimo, che conferma una flessione che corre ininterrotta dal 2008 e che – con la sola eccezione del 2010 (anno contraddistinto da temperature particolarmente rigide) – sembra essere direttamente ricollegabile con la necessità di aziende e imprese di ridurre i consumi in bolletta, tagliando i consumi di elettricità e gas.

Cosa fare quando si presenta l’orzaiolo?

Orzaiolo-cura-naturale-con-i-rimedi-della-nonna

L’orzaiolo è un’infiammazione acuta che interessa le ghiandole sebacee. Può formarsi sia all’interno che all’esterno delle palpebre.

Secondo una recente ricerca è stato dimostrato che i rimedi naturali possono rappresentare un valido aiuto. Ma nei casi più gravi è consigliabile consultare il proprio medico di fiducia il quale valuterà la giusta terapia da prendere in considerazione.

Orzaiolo-586x461

Detto questo, ecco alcuni validi rimedi naturali:

  • l’infuso di tè verde: basta applicare dell’infuso del tè verde sulla zona colpita. Grazie alle sue molteplici proprietà il tè verde è in grado di accelerare la guarigione dell’occhio. Per l’applicazione è consigliabile servirsi di un batuffolo di cotone. Lasciare agire per qualche minuto senza strofinare;

  • l’aloe: per favorire la scomparsa dell’orzaiolo, l’aloe può rivelarsi utile. Basta applicare un po’ di gel nella zona da trattare. In alternativa è possibile utilizzare una foglia di aloe dopo averla incisa

  • impacco di acqua calda: per ridurre il gonfiore ed accelerare la guarigione l’acqua calda può essere d’aiuto, in quanto aiuta a incrementare la circolazione sanguigna della palpebra

  • la malva: grazie ai suoi principi attivi, questa pianta ricca di mucillagini ha un alto potere antinfiammatorio ed emolliente

  • la camomilla: le sue innumerevoli applicazioni vengono utilizzate anche per i lavaggi oculari, impacchi decongestionanti, colliri, congiuntivite e via dicendo…Anche in questo caso l’infuso deve essere correttamente filtrato meglio se attraverso una garza sterile.

Nel 90% dei casi le cause dell’orzaiolo sono provocate da infezioni da stafilococchi. Ma ci sono tuttavia altri fattori che contribuiscono all’insorgenza di tale fastidio:

  1. utilizzo di cosmetici vecchi o infetti

  2. scarsa igiene delle palpebre

  3. cattiva rimozione del trucco

  4. sistema immunitario debilitato

  5. cambiamenti ormonali

Prevenzione

orzaiolo-occhio

Per evitare di incorrere a questa spiacevole situazione è necessario prendere in considerazione qualche piccolo accorgimento:

Prima di toccare le palpebre bisogna lavare le mani con acqua calda e sapone neutro. In questo modo si evita il rischio di favorire la proliferazione dei batteri.

Anche l’igiene delle palpebre può rivelarsi altrettanto utile. In modo particolare si dovrebbe cercare di eliminare il grasso che tende ad accumularsi sui bordi.

Apple fa scuola: appuntamento per giovedì

Apple

In 446 Apple Store di tutto il mondo, giovedì si faranno le cose in grande: nei punti vendita della “Mela” si terranno infatti dei workshop gratuiti di formazione e di programmazione, a sostegno del secondo anno del progetto “Hour of code“, una iniziativa che mira a rendere facilmente accessibile l’informativa agli studenti dai 6 anni in su.

In particolare, le lezioni in programma negli Apple Store serviranno a fornire un supporto per poter muovere i primi passi all’interno del campo dell’informatica, cercando quindi di stimolare l’interesse degli studenti più giovani verso questa indispensabile area delle scienze e della tecnologia.